Cronaca Raduno: Con Alfa Roma in cima al Terminillo




Ottobre 1966: lungo i 15 chilometri della SS4 Bis che da Rieti porta verso le vette del Monte Terminillo, un rombo possente riecheggia tra quelle alture. E’ un suono che qualsiasi appassionato di motori riconosce ad occhi chiusi, è il rombo di un bialbero Alfa Romeo.
Bialbero che equipaggia l’Alfa Romeo Giulia TZ1 del fiorentino Romano Martini, che correva col nome di battaglia di “Sangrylà”, che alla fine risulterà il vincitore della prima edizione della “Coppa Bruno Carotti”, competizione intitolata al gentleman driver reatino morto anni prima lungo questa stessa strada.

club-alfa-romeo-roma-raduno-terminillo-coppa-carotti (1)

Ottobre 2015: Alfa Roma vuole onorare quella prima vittoria (uno dei tanti successi del Biscione) sul percorso che diventerà quello che in Europa è considerato tracciato tra i più veloci e selettivi. E quale migliore opportunità che percorrere quelle stesse curve, quegli stessi tornanti e rettilinei a bordo delle discendenti di quella mitica vettura?

club-alfa-romeo-roma-raduno-terminillo-coppa-carotti (4)

Ecco quindi che domenica 11 Ottobre oltre 20 equipaggi di Soci e Amici di Alfa Roma a bordo ovviamente di Alfa Romeo d’Epoca sono convenuti presso il parcheggio del kartodromo “La Mola” di Rieti, pronti ad affrontare lo stesso asfalto che sale verso l’arrivo situato a Campoforogna, con la simpatica compagnia dell’ amico Yves d’ Alessandro alla guida della nuova versione “Collezione” della Giulietta attualmente commercializzata in prova su strada per il blog MOTORI.IT, per varcare, coi loro bialberi, boxer e V6, lo stesso traguardo tagliato vittoriosamente 49 anni prima dalla TZ1.

club-alfa-romeo-roma-raduno-terminillo-coppa-carotti (2)

Breve trasferimento fino alla mitica “Colonna” di Lisciano, da sempre punto di partenza della gara, e subito si entra in modalità “cronoscalata”……terza, seconda, terza, colpo di freno, seconda, tornante………..le Alfa sembrano danzare lungo quei 15 chilometri, il piacere di guida è immenso, e d’altronde come potrebbe non esserlo, vetture nate per il piacere di guidare su un percorso che esalta il piacere della guida………….. il taglio del traguardo e giro panoramico della rotonda di Campoforogna, dove è localizzata, purtroppo ormai fatiscente, quella che tanti definiscono “Villa Mussolini” (sebbene non si abbiano prove certe della presenza del dittatore presso questa casa), e sosta presso il crocevia della strada dei “5 Confini” per la tradizionale “foto di famiglia”……..

club-alfa-romeo-roma-raduno-terminillo-coppa-carotti (3)

Seconda sosta, questa volta per il giusto riposo dei “piloti”, presso il Bar Roma a Pian de’Valli, per un ricco aperitivo condito dalle impressioni di chi ha affrontato per la prima volta questi tornanti.
E di nuovo tutti in auto, questa volta direzione Cantalice, borgo ai piedi del Terminillo, ove, presso il Ristorante “La Pannocchia”, ci attendeva un doppio piacere: quello della buona tavola e quello, non meno importante, dello stare tutti insieme come solo la famiglia Alfa Roma sa fare.
Alla fine della giornata, dopo le premiazioni e i saluti di rito, tutti insieme verso casa, col rimpianto di una bella giornata già finita ma già l’attesa del prossimo raduno tutti assieme……….

Per vedere altre foto con i suggestivi colori autunnali della giornata clicca su Galleria fotografica della manifestazione sulla Nostra pagina Facebook




Pubblicato in Club

1 comment — invia un commento

pinnella michele

piacevole giornata in compagnia dei tanti amici di alfaroma. alla prossima!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *