Come restaurare con poca spesa i cerchioni in ferro o in lega leggera




Nel restaurare una vettura, alcuni particolari vengono sostituiti senza pensare che potrebbero essere recuperati in modo da mantenere l’assoluta originalità.

E’ il caso dei cerchioni, siano essi in lega o in ferro, ai quali, se non troppo danneggiati o irrimediabilmente storti, è possibile conferire un aspetto pari al nuovo evitando costose spese di acquisto oltre a lunghe ricerche spesso infruttuose.

Il procedimento è simile sia per il cerchione in ferro che per quello in lega.

Innanzitutto è necessario pulire e sgrassare accuratamente i cerchi, in modo da capire bene il tipo di intervento di cui necessitano.

Due le modalità di intervento:

  1. Il cerchio presenta soltanto dei graffi o della ruggine, con carta vetrata fine (tipo la 1000) inumidita con acqua devi carteggiare sino ad avere una superficie uniforme. Devi carteggiare l’intero cerchio, e non solo le parti danneggiate, in modo da creare una solida base di ancoraggio per la nuova vernice.
  2. Hai trovato i cerchi in lega o in ferro che cercavi da tanto, ma sono rovinati poiché chi li ha avuti prima di te ha spruzzato troppi strati di vernice o usato colori assurdi. Ti consiglio di procurarti un buon sverniciatore per metalli (chiedi consiglio al venditore) un pennello, una spatolina, un paio di guanti, ed asportare tutta la vecchia vernice sino al metallo.

Al termine della fase, devi risciacquare per bene i cerchioni ed asportare tutta la polvere della levigatura o il prodotto sverniciante.

Se i cerchioni sono già smontati li puoi verniciare senza alcun problema, preferibilmente ponendoli su un piano (un vecchio tavolo sarebbe l’ideale) che consenta di girarvi intorno per meglio stendere la vernice.

Qualora ci siano gli pneumatici montati e non hai possibilità di smontarli e rimontarli,  procurati un nastro da carrozziere piuttosto largo e copri la gomma seguendo il perimetro del cerchione, ricordandoti di proteggere col nastro anche la valvola di gonfiaggio.

Se invece si tratta di un cerchio in lega che in origine era in due colori diversi ti consiglio di comprare in uno di quei negozi specializzati in modellismo il nastro di mascheratura che si usa nelle decorazioni dei modellini a scoppio ecc. E’ fine e facilmente si adatta anche a profili curvi.

Una volta mascherato il tutto, puoi cominciare a verniciare. È bene spruzzare più mani leggere, intervallate quel tanto che basta affinché tra una mano e l’altra la vernice abbia tempo di asciugare per evitare fastidiose colature di vernice. Una volta verniciato, bisogna lasciare “riposare” il cerchione per qualche ora prima di asportare la mascheratura.

Se sulle ruote siano montate le borchie cromate, se non troppo rovinate, puoi provare a recuperare la loro lucentezza utilizzando pasta abrasiva ed olio di gomito strofinandole con un panno che non lasci filacci.

Rimontata la ruota, avrai la piacevole sorpresa di vedere migliorato la tua Alfa Romeo con una modica spesa.



6 comments — invia un commento

Filippo

Questo mi interessava, devo restaurare i millerighe per l’Alfetta e avevo deciso di farlo io stesso.
Grazie Marescià!!!

Andrea S.

Anche io ne debbo fare altri, Maresciallo ti aspetto!

Marco Persico

Maresciallo i millerighe della Giulietta ti aspettano!!

COPRICERCHI

Consiglio questo articolo, mi ? stato di grande aiuto. Albino

Valerio

Quale tipo di vernice utilizzare? Io li vorrei colorare di nero. Grazie per i consigli!Valerio

oleo

Hai evitato di dire le cose più importanti: Che tipo di vernice usare e come smontare e rimontare piombi di equilibratura!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *